Anche tu sei schiacciato dal caro prezzo della pigrizia?

Parte 1

Ogni anno, in modo più o meno subdolo,  la pigrizia alimenta un business, in Italia e nel mondo di svariati miliardi. Il fatto è che a beneficiarsi di questo fenomeno sono solitamente in pochi e sia l'utente finale, che la maggior parte degli imprenditori invece partecipano in modo passivo o nel ruolo di "vittima".

Basti pensare alcuni esempi per renderci conto del fenomeno:  In media, secondo lo studio di settore di un colosso del wellness a livello mondiale, oltre il 50% di coloro i quali fanno un abbonamento annuale abbandona parzialmente o totalmente l'attività fisica dopo pochi mesi, infatti, la media annua di frequentazione è di circa 3,5 mesi. La pigrizia è più forte del desiderio di stare in forma della maggior parte di coloro si iscrivono e su questo principio basano la loro campagna di acquisizione clienti.

Pensiamo alla pubblicità:  slogan di tipo "come una volta",  "da sempre", "l'originale", "come quando …" sono esempi di quanto sia palese che conviene fare leva sulle abitudini, ben sapendo che per pigrizia e per struttura mentale, difficilmente l'utente medio rivede le proprie scelte una volta che le ha collegate ad un beneficio (anche se quel beneficio non c'è più). Oppure e più comunemente pensiamo a quelle televendite che evidenziano e ripetono "comodamente a casa sua", "ordini comodamente dal suo divano" , "paghi con comode rate" … concetto chiave? COMODITA'.

E sempre per comodità, ma in questo caso rende più l'idea dire per non scomodarsi, ogni giorno le aziende (ma anche i privati) buttano centinaia, se non migliaia di euro.  Queste aziende, che vanno avanti nella propria gestione (mi riferisco alla gestione dell'impresa a 365°) a forza di abitudini, sono oggi destinate a decrescere, perdere ed in tanti casi a chiudere. Gli imprenditori "pigri" sono in via d'estinzione, sappiatelo. Più prima che poi porteranno le proprie aziende al baratro! Oggi sono competitivi, in espansione e generano  guadagnano e benessere  soltanto coloro i quali sono disposti a mettere in discussione le proprie abitudini, coloro i quali non si tirano indietro di fronte ad una novità, anzi le cercano e le creano! e hanno predisposizione a valutare nuovi sistemi, nuovi fornitori e nuovi metodi che permetta loro di migliorare e di ottimizzare da una parte le spese e da un'altra i ricavi, in definitiva coloro i quali puntano ai risultati eccellenti e non si accontentano di niente di meno.

Ma dove siamo pigri e per ché costano tanto caro? Gli esempi sono interminabili! Ci accontentiamo di collaboratori poco produttivi perché è faticoso capire perché sono diventati così e più faticoso ancora lavorare per renderli più motivati ed efficiente. Non parliamo poi se c'è bisogno di cercarne altri nuovi… il solo pensiero a molti imprenditori piglia male! Eppure con un minimo d'intervento in quest'area avremmo già fatto risparmiare alla nostra azienda migliaia di euro! Sapete quanto costa un collaboratore inefficace, demotivato, incompetente o persino sbagliato? Vi assicuro che tanto … troppo! E ripeto,  tal volta basta una piccola azione per travolgere la situazione in positivo, basta formarlo, informarlo o ascoltarlo. Altre volte è un bene introdurre nuove figure all'interno dell'azienda che spingano alla competitività, che apportino cambiamenti motivanti. Le strategie da adottare possono essere tante e dipendono certo da tanti fattori, ma una cosa è certa, le aziende che non lavorano sulle risorse umane sono out!

Idem sui fornitori! Quando è stata l'ultima volta che avete controllato il prezzo ed il servizio che vi offrono i vs fornitori abituali? Dalla banca, al vostro commercialista (ebbene si, anche loro sono vs. fornitori!), passando per tutti gli altri. Sapete, ad esempio, quanto pagate per la telefonia aziendale, per l'energia elettrica e per altre utenze? Anche qui, sicuramente, per pigrizia, state pagando un caro prezzo. Svegliatevi! Siamo nella Era della competitività, la offerta è talmente ampia che spesso c'è l'imbarazzo della scelta. Se non siete competenti in una materia, cosa del tutto normale, rivolgetevi a qualcuno che se ne intende, del quale vi fidate e se no, ci sono sempre le associazioni tipo Puntimpresa che possono aiutarvi a costo zero.

E qui apro una parentesi. Perché gli associati Puntimpresa non usufruiscono dei servizi gratuiti messi a loro disposizione? PER PIGRIZIA!

Fate il conto di quanto state perdendo per non agire, per non usufruire di alcuni semplici servizi che, ripeto, COSTANO ZERO:

- Mettiamo a v. disposizione il FOBS, con questo strumento potrete capire se avete problemi da gestire nelle vostre aziende. Una sorta di check up dello stato di salute dell'impresa. Saprete se sprecate tempo e denaro nell'amministrazione, del personale, nella distribuzione, nella produzione e così via. Scoprirete se avete lacune da colmare o punti di forza da potenziare. Non fare questa analisi è semplicemente assurdo e vi sta costando già denaro. (INFO QUI)

- Alcuni professionisti mettono a disposizione degli altri associati i loro servizi: Ad esempio, Mario Gavini analizza le vostre bollette telefoniche aziendali in modo gratuito e, in base alle vs esigenze, vi cerca l'operatore ed il piano tariffario più economico, completo ed efficiente. Noi, che siamo una micro azienda stiamo risparmiando più di 150 euro al mese di telefono, con in più a disposizione un servizio più ampio, in alcuni casi illimitato. Eppure non abbiamo fatto altro che consegnare le nostre due bollette, spiegato le nostre esigenze e firmato il nuovo contratto. Provate ad immaginare se anzi che poche linee come nel nostro caso, parlassimo di decine o centinaia. (INFO QUI)

- Idem con l'energia elettrica. Il nostro partner associato Enegan offre agli altri associati (ma anche ai loro referal) un trattamento davvero eccezionale. Previo analisi dei consumi medi dell'azienda, propone un contratto che permette loro di risparmiare in media dal 10  al 15 %. Per darvi una idea, una azienda che paga oggi di bolletta 1000 euro al mese di energia elettrica, può risparmiare da 500 a 2000 euro l'anno. Anche qui basta consegnare una bolletta per l'analisi del consumo. La associazione garantisce che quest'analisi venga fatta nel migliore dei modi e fa di tramite con Enegan. I conti sono trasparenti, il risparmio anche.  PERCHE'  NON FARLO? (INFO QUI)

Potrei andare di questo passo avanti per un po'! Ma poiché se siete arrivati fin qui nella lettura sono certa che non siete affatto pigri, vi invito a dare una occhiata alla lista dei servizi che Puntimpresa mette a vs disposizione e che possono aiutarvi a risparmiare, non ché ad ottimizzare e migliorare le vs. aziende: vai su servizi-vantaggi-di-iscriversi-a-puntimpresa

Se qualcosa non vi è chiaro, contattateci direttamente!

Chiusa la parentesi e per finire, vorrei soltanto ricordarvi che TUTTI abbiamo il potere di cambiare se vogliamo … è più facile di quel che sembra e spesso conviene.  Questa maledetta attitudine mentale pigra crea danni devastante all'impresa giorno dopo giorno,  scelta dopo scelta, non scelta dopo non-scelta, azione dopo azione e non-azione dopo non azione. Nel mondo di oggi, per farcela, non possiamo più permetterci di navigare alla deriva delle abitudini … è l'ora di riprendere il timone!

Ana M. Alvarez

Resp. R & S e Qualità dello Studio Bertoldi & Asociati

Presidente Ass.ne Culturale Puntimpresa

Co-fondatore Restart Imprese

Condividi su:

Commenti (3)
Simpatici
3Mercoledì, 31 Dicembre 2014 15:23
gianluca melli
Siete semplicemente e solamente simpaticissimi!!!
Spero di incontrarvi presto.
attivare il potere del passaparola positivo
2Martedì, 11 Novembre 2014 08:25
Ana M. Alvarez
Caro Mario, grazie per il suo apprezzamento! sono stata felice di condividere con altri la mia soddisfazione relativa al servizio che lei offre. Bisognerebbe fare maggiore tam-tam di ciò che funziona piuttosto che lamentarci di ciò che non funziona... passaparola positivo, in linea con la filosofia di Puntimpresa e di Restar.
Svegliamoci
1Giovedì, 06 Novembre 2014 21:03
Mario Gavini
Gent.ma Ana,
la ringrazio della citazione che mi onora, faccio solo del mio meglio per aiutare le aziende ed i professionisti ad ottimizzare i costi.
La ringrazio ancora di più per queste riflessioni che propone, la profondità, la saggezza che emergono da questi pensieri sono espressione di un animo nobile e di grandissima intelligenza che solo grandi donne ( e qualche uomo) possiedono.
La pigrizia affligge entrambi i sessi, però da sempre le donne sono abituate per natura ad individuare la soluzione più efficace ed immediata da applicare ai “problemi” e possiamo solo accogliere questi inviti all’azione, io per primo.
In precedenza poteva esserci ancora spazio per adagiarci nella zona comfort, oggi questo non è più possibile pena l’uscita dal mercato o la chiusura dell’azienda.
Grazie ancora per questa stimolante incitazione.

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Sito personale:
Titolo:
Commento:

Dicono di noi:

proposito della Consulenza Strategica d'Impresa,


Angelo Pieri, Presidente CNA VT

e Amm.re di Pieri Costruzioni Srl

Giovanni Pucci

Dirett. Comm.le Enegan Srl


Guarda tutte le testimonianze video: Testimonianze Video

Leggi le testimonianze scritte: Testimonianze Scritte

 

 

 

 

www.puntimpresa.it

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se continui a navigare accetti. Per saperne di piu'

Approvo